Digital social innovation

 

Per l’Innovazione sociale digitale tre sono gli ingredienti base:
le persone come punto di partenza,
le istituzioni pubbliche come contenitore e ingaggio per la creatività delle micro iniziative che nascono dal territorio
le tecnologie come strumenti, con le piattaforme ICT, che permettono la gestione dei dati e mettono insieme, creano link fra le micro iniziative, facilitano i risultati.

I dati “sociali” della partecipazione attiva e i dati provenienti dai vari sistemi di monitoraggio se guardati insieme potranno darci visioni molto complesse e soluzioni probabilmente molto più facili.
In un contesto dove il welfare arretra, ridefinire l’offerta dei servizi sociali , usando soluzioni nuove e multidisciplinari, pensando ad una geografia delle relazioni trasformata, con nuovi attori e competenze inedite, diventa una sfida e un obiettivo per tutti, anche per le tecnologie che qui trovano ampio spazio di manovra.
Un crescente movimento di imprenditori tecnologici e innovatori della società civile stanno ora sviluppando soluzioni digitali ispirandosi alle sfide sociali: dalle reti sociali per coloro che vivono in condizioni di salute cronica alle piattaforme online per la partecipazione dei cittadini nella definizione delle politiche, all’utilizzo di dati aperti per creare una maggiore trasparenza in materia di spesa pubblica.
In questo quadro, la PA è chiamata a intercettare i bisogni e le iniziative che vengono generati dal basso, declinati almeno in tre ambiti 1

  • Innovazione dalla società. Dove tutte le componenti della società sono coinvolte (terzo settore e società civile inclusi) nella generazione di nuove idee, prodotti/servizi, processi e pratiche.
  • Innovazione per la società. Dall’invecchiamento al cambiamento climatico. Trovare soluzioni diffuse e scalari, replicabili nel rispetto delle comunità.
  • Innovazione nella società. intesa come l’esito di processi ‘aperti’ e ‘reticolari’ che coinvolgono il sistema di attori e quando applicate porteranno una ridefinizione di regole, comportamenti, conoscenze, convenzioni.
  1. Questa declinazione è tratta dall’Editoriale n.23 - La social innovation come nuovo paradigma politico, su Politiche Piemonte